SCOPRI VILLAMIROGLIO - discover villamiroglio

Villamiroglio e' un piccolo comune del Basso Monferrato che si sviluppa su una superficie di circa 9,7 km2, situato all'estremo nord/ovest della Provincia di Alessandria, in una zona di confine con le provincie di Torino, Vercelli e Asti.
Il capoluogo Villamiroglio sorge ad una altitudine di 329m slm, in un contesto caratterizzato da colline arrotondate di terreni sabbiosi e ciottolosi, che scendono in fondi larghi e piatti di carattere argilloso, iscritto nell'area dei rilievi settentrionali delle colline del Po.
Per secoli fu parte del feudo dei Miroglio, nobile famiglia di conti a cui deve il nome, assieme a Moncestino e Rosingo.
Gli insediamenti abitativi hanno sempre mantenuto una struttura frammentata in borgate attorno al capoluogo e alla frazione Vallegioliti, e un'economia sociale basata sull'agricoltura familiare e sull'autosufficienza, lontana dall'idea di centro di influenza desiderato dai Conti Miroglio.
Negli ultimi decenni la migrazione verso le citta' e l'abbandono del settore agricolo sono ben palesati dalla predominanza netta di boschi e incolti nella conformazione del territorio, pur con un recente ascesa della coltivazione di noccioli. Il territorio tuttavia offre alcuni sentieri ricchi di biodiversita' e verdi panorami, che rappresentano un contesto ideale per l'ecoturismo e l'attivita' all'aria aperta, dove si puo' passeggiare immersi tra profumate robinie e siepi di biancospino e cornioli, incontrando qua e la' castagni, maggiociondoli e salici.
Ricca e affascinante anche la ricca flora erbacea, con primule, viole, polmonaria, epatica, verga d'oro, e anche specie piu' rare come orchidee purpuree, digitali gialle, speronella bianca e gigli di San Giovanni.
Significativi gli edifici religiosi e i moltissimi segni devozionali, tra cui spicca la Parrocchiale dei Santi Filippo e Michele, attribuita alla scuola del Magnocavalli, nonche' la prima statua dedicata a Padre Pio del Monferrato.
Tracce di storia che resistono tra i boschi nella forma di pochi ruderi abbandonati, come i resti del forte dei Miroglio o luoghi simbolo della lotta partigiana monferrina nel periodo della Resistenza, fanno di Villamiroglio un luogo dall'interessante passato e un futuro tutto da ricostruire, ambiente ideale e quasi incontaminato per assaporare il sapore della natura e della tranquillita' della campagna.

Villamiroglio is a small municipality of the Basso Monferrato that covers an area of about 9.7 km2, located at the extreme north/west of the Province of Alessandria, in an area bordering the provinces of Torino, Vercelli and Asti.
The capital Villamiroglio rises at an altitude of 329m above sea level, in a context characterized by rounded hills of sandy and pebbly soils, which descend into wide, flat and clayey-shaped bottoms, inscribed in the northern Po hills.
For centuries it was part of the fief of the Miroglio family, a noble family of counts to whom it owes its name, together with Moncestino and Rosingo.
The settlements have always maintained a fragmented structure in hamlets around the capital and the Vallegioliti hamlet, and a social economy based on family agriculture and self-sufficiency, far from the idea of the center of influence desired by the Miroglio Counts.
In recent decades, the migration towards cities and the abandonment of the agricultural sector are clearly revealed by the clear predominance of woods and uncultivated lands, even with a recent rise of the cultivation of hazels. The territory, however, offers some paths rich in biodiversity and green landscapes, which represent an ideal context for ecotourism and outdoor activities, where you can walk surrounded by scented robinias and hedges of hawthorn and dogwood, meeting here and there chestnut trees, laburnums and willows.
Fascinating is also the rich herbaceous flora, with primroses, violets, lungwort, liver, golden rod, and even more rare species such as purpureous orchids, yellow digitals, white ramson and lilies of St. John.
Significant are the religious buildings and the many devotional signs, among which stands out the Parish Church of Saints Philip and Michael, attributed to the school of the Magnocavalli, as well as the first statue dedicated to Father Pio in Monferrato. Traces of history that resist in the woods in the form of few abandoned ruins, such as the remains of the Miroglio fort or symbolic sites of the partisan struggle in Monferrato during the Resistance, make Villamiroglio a place with an interesting past and a future to be rebuilt, ideal and almost untouched environment to savor the taste of nature and the tranquility of the countryside.

 

INFORMAZIONI SU VILLAMIROGLIO - town info